Appartamenti anziani a udine |  Entra nel sito

 

Diu, il gno cr ti cr  

Diu, il gno cr ti cr.
Ti sint dongje e lontan... 

‘O sai, vint otantagn,
che mi tocje mur, par jessi vf
di une vite plui biele. 

Ma par d il vr,
cum ch’o stoi tant ben,
parfin ‘o pensi a stramp-vie di sei
bielz tal Parads senze mur. 

Alore mi domandi:
“S’o soi tal Parads bielz cul,
no puedio f di mancul di mur?”
E chest pinsr al come une mari,
che mi brazzole, vu, a otantagn... 

S’e va indenant cuss, cui s a novante!
Diu, Tu e jo, si cjatarno quant?
Ustu dmal cum?
O esal mir mur senze sav? 

 

Lelo Cjanton – Poeta e scrittore friulano

Scritta al suo arrivo alla

Residenza Argentea, anno 2002

 

Signore, il mio cuore ti cerca

Signore, il mio cuore ti cerca.
Ti sento vicino e lontano...

So, ottantenne,
che devo morire per vivere
una vita pi bella.

A dire il vero, per,
ora che mi trovo cos bene,
penso a matto via di essere
gi in Paradiso senza morire.

Allora mi chiedo:
”Se qui sono gi in Paradiso,
perch morire?”.
E questo pensiero come una madre,
che mi culla, oggi, a ottant’anni...

Se andiamo avanti cos, chiss a novanta!
Dio, Tu ed io, quando ci troveremo?
Vuoi dirmelo adesso?
O meglio morire senza saperlo?